Jihad di qua, povertà che avanza di là (il mito della disoccupazione Usa)

Siamo circondati. Non ci sono più dubbi che mentre dei giovani disadattati convertiti decidono di mettere fine al proprio disagio economico e mentale attaccando il nostro stile di vita, quest’ultimo è ulteriormente e sostanzialmente sotto attacco, ma da anni, senza che nessuno spari un solo colpo. Sono i salari e a scendere, bellezza, e tu non puoi farci niente.

Esempio lampante dai dati americani sul lavoro. Il 2014 è stato il “miglior anno per la creazione” di posti negli ultimi 15 e la disoccupazione, ora al 5,6%, è tornata a minimi postrecessione. Hip hip hurrà, esulterebbe il presidente del Milan.

Ora, anche ammesso e concesso che si creino i posti, va sottolineato che:

1 – I salari scendono o perlomeno sono scesi di molto e non risalgono, con tanti saluti allo stile di vita occidentale – di cui gli States sono modello e precursori – barbaramente avversato dai jihadisti delle banlieue.

(Su gentile imbeccata di @certairegard):

Schermata 2015-01-10 alle 11.06.27

2 – Cala vistosamente il tasso di partecipazione al lavoro perché chi perde o ha perso da tempo il posto non ne trova uno – abbondano lavoretti part-time mal pagati nel commercio o nel turismo, per esempio – che garantisca un salario all’altezza del precedente e, magari, un’assicurazione sanitaria:

Schermata 2015-01-10 alle 10.47.17

3 – Quindi – sempre più – il disoccupato non cerca, aspetta, mentre quelli che cercano trovano sì, ma occupazioni in gran parte precarie e mal retribuite (questo nel 5,6% non c’è scritto). Se meno gente lavora e le paghe orarie sono sempre più magre (sennò come fa il datore di lavoro a essere competitivo, fare profitti e magari arricchire gli azionisti?) si può accettare che succeda questo (ancora grazie @certairegard):

Schermata 2015-01-10 alle 11.06.53

Ce ne siamo accorti anche in Italia, dove fra pressione del mercato globale ed Europa che ce lo chiede (così all’aumento delle pressione fiscale e alla stretta del credito le imprese hanno risposto tagliando i salari, licenziando, aumentando gli spazi di precarietà per le partite Iva) la classe media sta rapidamente riprendendo contatto con un tenore di vita, diciamo, decisamente più sobrio.

Quindi, cari jihadisti, portate pazienza e non abbiate fretta: il nemico Occidente sta provvedendo da sé.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s