La certezza del pasticcio

Ok la questione del 3% aggiunta a mano di notte in corridoio che sembra cucita addosso a uno che non si può discutere (semicit.) sia leader di una forza politica di co-gestione (opposizione proprio no). Ok un premier che cade dalle nubi e, pur essendo laureato in giurisprudenza, si dichiara stupito per le conseguenze di un provvedimento a cui avrebbe messo mano per sua ammissione (“Non mi pare realistico che una nuova legge possa cancellare una condanna passata in giudicato”. Ma va?). 

Chiarito questo, vogliamo discutere di un provvedimento che prevederebbe soglie invero piuttosto altine, che ai profani non addentro a sofisticate strategie legali per farla franca e a Vincenzo Visco suonano come un invito a eludere il molto ancora eludibile? Se sacrosanto è:

1 – evitare la galera per somme ridicole a onesti e poverissimi commercianti artigiani e via discorrendo

2 – rendere molto più brevi i termini di accertamento (essere inseguiti dal Fisco fino alla vecchiaia non è degno di uno stato civile),

leggendo il molto che si è scritto sul tema si viene assaliti dal dubbio che depenalizzare a tutto tondo non sia propriamente andare nella direzione della certezza del diritto. Piuttosto, resta quel retrogusto di certezza che le tasse continueranno a pagarle certissimamente i soliti pirla.

Soprattutto, mesi e mesi di indefesso lavorio sulla delega fiscale sembrano non essere bastati a trovare soluzioni che semplifichino la vita del contribuente, anzi. A cominciare dalla madre di tutte le semplificazioni: il taglio delle tasse e delle complicazioni per pagarle senza farsi venire l’ipertensione. A questo, si sa, si è rapidamente preferito lo spreco di 10 miliardi per gli 80 euro in busta e l’elemosina sull’Irap. Con in più il crudele marameo alle partite Iva.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s