There is little controversy (aspettando il prossimo downgrade)

Come al solito una consistente fetta di italiani non ci sta e rovescia il tavolo. Capita per qualunque cosa, le fazioni sono una specialità della casa. E come molte altre volte, negli ultimi 20 anni, ci apprestiamo a pagarne le conseguenze. Mille le ipotesi, i retroscena, le anticipazioni, gli oracoli, gli attacchi e (soprattutto, anche questo fa parte del nostro stile) le opportune ritirate. Polemizzare, si sa, è sempre meglio che governare. Poi leggi il tipico passaggio di avvertimento in una noterella estiva di una banca d’investimenti (“mechanically a 5% average haircut increase on almost €200bn would imply additional collateral needs of €10bn”) e capisci che i capricci di uno potrebbero costare almeno 10 (ma poi, ovvio, molti di più) miliardi a tutti gli altri. Eppure la stessa banca osserva:  “There is little controversy around Berlusconi’s prison sentence”. Altro che, vi piacerebbe. O forse no, in fondo a voi piaciamo proprio così.

30secondi

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s