Coordinamento, comunicazione e le macerie del Paese

Claudio Messora, alias Byoblu, e Daniele Martinelli sono stati cooptati dal co-fondatore (ma curiosamente non firmatario dello statuto del MoVimento) Gianroberto Casaleggio per coordinare la comunicazione dei gruppi parlamentari Cinquestelle.

Messora, intervistato dalla Zanzara su Radio 24, alla domanda se il M5S possa immaginare di dare la fiducia a un governo non affidato a leader di partito risponde chiaramente “lo valuteranno deputati e senatori” Cinquestelle. Il che, ovviamente, non equivale a dire che Messora (che non è Beppe Grillo né Vito Crimi né Roberta Lombardi) apre a un governo tecnico, come interpretato in particolare da Libero in edicola oggi. Messora, che il mondo della comunicazione lo conosce molto bene (anche il livello di manipolazione raggiunto di frequente da alcune testate e innegabilmente non da altre), è andato su tutte le furie e ha postato una filippica contro “L’esercito degli spalamerda“.

Sotto accusa la “macchina del fango”, ma a 360 gradi. “Da domani, non parlerò più con nessuno. Non prendetevela con me. Se tra di voi c’è qualche bravo giornalista, che vada piuttosto all’ordine dei giornalisti e chieda di radiare questi buffoni, perché screditano tutta la categoria”. Colpirli tutti per educarne uno? Non saprei dire se è più infantile o strumentale. Anche se, a ben vedere, il silenzio dovrebbe essere la regola di Messora nel suo nuovo ruolo di coordinatore della comunicazione.

Il suo collega, Martinelli, in effetti, indica con un post su Facebook la strada giusta, mettendo bene a fuoco quale sia il suo ruolo. Perché poi lo dice la parola stessa: il coordinatore coordina. Mica parla. Poco fa Martinelli, sempre su Fb, ha ribadito che lui non parteciperà a talk show. Coerente. Per parlare ci sono già i portavoce del MoVimento.

Se poi succede che in conferenza stampa Lombardi legga un comunicato e non risponda alle domande dei giornalisti, ecco, questo è proprio il lavoro per un comunicatore, che deve facilitare il passaggio dell’informazione corretta, non suscettibile di manipolazioni.

Perché alla fine di tutto il punto è questo: lo spirito del MoVimento 5 Stelle è partecipare alla ricostruzione di un Paese distrutto o contribuire ad aumentare il cumulo delle macerie? Se la risposta esatta, come mi auguro, è la prima, preferirei che non si perpetrassero giochetti “dico non dico”. Programma chiaro, messaggio trasparente? Benissimo. Siano chiari anche i ruoli, però. Senza sermoni, please.

Immagine

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s