Il miglior ministro degli esteri è…

Oggi all’ora del caffè Nichi Vendola è apparso in gran forma durante la chiacchierata televisiva con Lucia Annunziata. L'”acchiappanuvole” che governa la Puglia dal lontano 2005 non ha risparmiato alcune delle sue perle di pensiero barocco, sempre a metà tra buonismo gauchista terzomondiale e utopia romantica alla cima di rapa. Fosse dipeso da Nichi, però, in 30 minuti non sarebbe stato detto nulla di nulla in grado di suscitare poi così grande sorpresa.

Solo che, a un certo punto, la Annunziata ha insistito. Vendola, come vede lei un ritorno di Massimo D’Alema al governo? Svicola una e svicola due e svicola tre volte, Nichi alfine si è lasciato sfuggire una sua profonda convinzione: l’ex presidente del Consiglio è stato anche “uno straordinario ministro degli esteri”. Beh, lasciamo perdere (così, per dire…) “la passeggiata a braccetto con Hezbollah”, che @christianrocca mi ha opportunamente ricordato via twitter. Basterebbe quello. Epperò se esulassimo dalla performance alla Farnesina nel secondo governo Prodi e rispolverassimo il più antico Patto della crostata, inquadreremmo decisamente meglio vita e opere del leader caro a Vendola. Ecco, Nichi, così hai dato un senso ultroneo, non voluto, alla crociata rottamatrice di Matteo Renzi. E mi hai aiutato a dissipare un grande dubbio.

P.s. Mi sarebbe piaciuto ascoltare dalla Annunziata una domanda sul caso Ilva, su quel che ha fatto e non ha fatto la Regione Puglia, così attenta alle questioni del lavoro e dell’ambiente, dal 2005 in avanti. Senza attendere l’esito lacerante che tutti conosciamo, affidato all’iniziativa della magistratura. Non mi pare di averla udita, quella domanda.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s